Greenaetwork, arriva il social network dedicato alla sostenibilità

Ringraziamo Mariaelena Leggieri di TeleAmbiente per l’intervista ai fondatori di Greenaetwork.

Un social network per salvare il pianeta: nasce in California la startup di quattro italiani, Greenaetwork, la piattaforma digitale che consente ad aziende, enti ed istituzioni di comunicare le proprie azioni di sostenibilità ambientale e sociale attraverso news, eventi, progetti e risultati in linea con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

La piattaforma dedicata alla sostenibilità ambientale e sociale ha come payoff “Team Up With Your Planet”. La mission è creare una rete che favorisca concretamente il miglioramento della società e del pianeta.

A dare il via al progetto sarà la campagna crowdfunding sulla piattaforma produzionidalbasso.com a partire dal 20 aprile 2021.

Serena Manoni e Leandro D’Introno, due dei fondatori di Greenaetwork, ci hanno raccontato come è nata l’idea e come una piattaforma di questo tipo potrebbe cambiare la comunicazione in campo ambientale.

“Essendo un social network sarà accessibile a tutti, a coloro già interessati o che vogliono interessarsi alla sostenibilità. Non abbiamo voluto mettere barriere all’ingresso distinguendo però tra utenti business, aziende, enti, no profit o istituzioni, che vogliono promuovere e comunicare le proprie azioni sostenibili, e individui e consumatoriattenti alla sostenibilità che pretendono ad oggi di sapere sempre di più ciò che le aziende e le istituzioni stanno facendo a tutela dell’ambiente e della società“, ci spiega Leandro.

Per quanto riguarda gli Obiettivi dell’Agenda 2030, “noi per primi crediamo di contribuire nello specifico al goal n.17, ovvero agevolare la creazione di partnership globali per uno sviluppo sostenibile. – ci spiega Serena – Nelcomplesso la piattaforma contribuisce al raggiungimento di tutti i goals compresi nell’agenda 2030. All’interno di Greenaetwork c’è infatti una funzionalità che consente agli utenti di comunicare i propri progressi raggiunti in base agli obiettivi stabiliti dalle Nazioni Unite“.

L’importanza di una diffusione, attraverso i social media, di contenuti e fonti attendibili è alla base del progetto Greenatwork, al fine di combattere le fake news sul clima e sull’ambiente.

“La piattaforma si schiera nettamente contro il fenomeno del greenwashing e delle fake news, e per farlo ha escogitato un sistema che responsabilizza gli utenti presenti all’interno del social network, puntando a stringere delle partnership con delle realtà e start up già presenti sul mercato che stanno sviluppando soluzioni contro il proliferare delle fake news. – commenta Leandro –  Crediamo che la comunicazione e l’informazione fatta verso un pubblico di utenti consapevoli e attenti sia già una prima arma per arginare il fenomeno e riconoscere la vera sostenibilità da quella che viene usato solo per ricoprirsi di una pubblicità ingannevole“.

Ma può quindi un social network “salvare” il Pianeta? “Non pretendiamo di salvarlo da soli ma crediamo che possa essere una delle tante soluzioni. – aggiunge – Un social network mette insieme degli utenti creando una rete di persone che vogliono fare del bene al pianeta. Una community così può dare un contributo anche grazie solo al confronto, al dialogo e alla cooperazione che si può creare attraverso uno strumento come Greenaetwork“.

Guarda la Video intervista

Fonte Teleambiente

  • this article is a story

Related Articles

Responses